Benvenuto

Opportunità di lavoro: Pubblica selezione per il conferimento di una borsa di studio annuale da svolgersi presso il nostro gruppo di ricerca. Scadenza presentazione domande: 2 dicembre 2021 (scarica il bando)

< – – >

GeoClimAlp (Geomorphological impacts of Climate change in the Alps) è un gruppo di ricerca dell’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica, istituto afferente al Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l’Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Obiettivo principale del gruppo è quello di approfondire e migliorare le conoscenze sul ruolo dei cambiamenti climatici nella morfogenesi dell’ambiente alpino in generale e degli ambienti di alta quota in particolare, al fine di definire appropriati scenari evolutivi e fornire risposte concrete da applicare per uno sviluppo più sostenibile e per scopi di protezione civile.

L’attività del gruppo GeoClimAlp fa capo all’area strategica CNR Rischi Naturali e Impatti Antropici e Tecnologie per l’Ambiente. Essa riguarda in principal modo lo studio dei processi di instabilità che si sviluppano in ambiente montano, con particolare attenzione a quelli morfodinamici dell’ambiente glaciale e periglaciale, alle modificazioni in atto per effetto del cambiamento climatico ed alle problematiche di pericolosità connesse. Per tali scopi, viene svolta una costante attività di documentazione degli eventi d’instabilità naturale che si manifestano nelle aree montane, con particolare attenzione agli eventi parossistici che hanno sede negli ambienti alpini d’alta quota (soprattutto frane e colate di detrito), all’evoluzione recente di apparati glaciali significativi e, più in generale, all’evoluzione degli ambienti glacializzati e di recente deglaciazione (post Piccola Età Glaciale).

Contesto di riferimento. L’ambiente alpino, ed in particolare quello di alta quota, sta rispondendo rapidamente e con notevole intensità ai cambiamenti climatici, attraverso evidenze di tipo geomorfologico, idrologico ed ecologico. La riduzione volumetrica e l’arretramento dei ghiacciai montani, con la messa a giorno di pareti rocciose ed accumuli detritici, il cambiamento dei regimi idrologici e termo-pluviometrici stagionali, lo spostamento verso fasce altitudinali sempre più elevate degli ecosistemi montani, sono alcuni dei principali indicatori terrestri del cambiamento climatico in atto. L’impatto di questi cambiamenti sul quadro dell’instabilità naturale, sulla risorsa acqua e sulle attività antropiche è notevole; tuttavia, la comprensione dei fenomeni e la previsione degli scenari futuri presentano ancora ampi margini di incertezza. Noi lavoriamo per fornire le risposte necessarie a queste problematiche.

Buona navigazione!