Bacino della Bessanese

Il bacino glaciale della Bessanese è la nostra area sperimentale attrezzata di alta quota. In essa svolgiamo molte attività di ricerca, di sperimentazione, di formazione e di divulgazione. Il bacino è ubicato nelle Alpi Graie, nel comune di Balme, in provincia di Torino, ha un’estensione areale di circa 6 km2 e si sviluppa tra i 2580 e 3601 m di quota (). Abbiamo scelto questo bacino perché qui l’evoluzione dei processi che caratterizzano l’ambiente glaciale e periglaciale nel contesto dei cambiamenti climatici è intensa, ben osservabile e concentrata in una ristretta area. Il bacino è inserito nel Dynamic Ecological Information Management System – Site and dataset registry (DEIMS-SDR).

All’interno di questo bacino vi è il Rifugio Bartolomeo Gastaldi che costituisce la base logistica di tutte le nostre attività. Poco distante dal rifugio, è presente una stazione meteorologica automatica, gestita da ARPA Piemonte e attiva dal 1988 (qui i dati in tempo quasi reale). Su questa stazione, dal 2018, è installato un nostro sensore di radiazione solare globale e riflessa i cui dati sono condivisi ed integrati nella rete di ARPA Piemonte. I dati acquisiti da questa stazione costituiscono il riferimento climatico per tutte le ricerche che svolgiamo.

Durante l’estate del 2016 abbiamo installato a 2775 m di quota, sulla morena laterale sinistra del ghiacciaio della Bessanese,  una webcam 360° che ci permette di osservare da remoto tutta l’area studiata. Questa webcam è stata installata anche per migliorare la fruibilità turistica in questo bacino, sia attraverso una visione panoramica in tempo quasi reale di tutta la conca glaciale e sia consultando online le immagini acquisite in precedenza, unitamente a molto materiale disponibile in forma gratuita (immagini, video, documenti). Nell’agosto del 2021, questa webcam è stata riposizionata più a valle (2659 m), nei pressi del Rifugio Gastaldi.

 

Attività in corso

  • Acquisizione di dati di temperatura in diversi litotipi mediante l’utilizzo di mini data logger validati metrologicamente e con conosciuta incertezza delle misure. L’obiettivo principale è quello di mettere a punto modelli di trasferimento del calore in roccia esportabili, utili alla definizione di scenari di temperatura di versanti rocciosi instabili;
  • Acquisizione di dettagliati modelli digitali del terreno dell’area interessata da rock glacier. L’obiettivo principale è quello di studiare l’evoluzione del rock glacier in termini di variazioni spazio-temporali, al fine di valutarne anche la potenziale risorsa di acqua presente;
  • Studio della variabilità e delle tendenze climatiche. Lo scopo principale è quello di fornire un contributo alla comprensione del clima degli ambienti glaciali e periglaciali, nel contesto del cambiamento climatico in atto;
  • Monitoraggio dell’evoluzione del ghiacciaio della Bessanese. Lo scopo principale è quello di valutare la riduzione della risorsa glaciale nel tempo anche in termini di acqua disponibile per il prossimo futuro;
  • Formazione di giovani studenti e di laureati ai metodi della ricerca scientifica e alla loro applicazione in campo;
  • Divulgazione scientifica “on-site”.

Progetti di ricerca

  • Accordo quadro CNR-CAI: Rifugi montani sentinelle del clima e dell’ambiente (attivo);
  • GioMon: i giovani, Torino e la montagna (attivo);
  • MEDSCOPE: Mediterranean services chain based on climate predictions (terminato) ;
  • Ricerca, formazione e divulgazione con gli ONC del CAI CS-LPV (attivo);
  • RiST2: la ricerca continua (terminato)   ;
  • RiST: Ricerca Scientifica e Tecnologica nel bacino glaciale della Bessanese (terminato) .

Collaborazioni

  • ARPA Piemonte ;
  • Club Alpino Italiano, Comitato Scientifico Centrale sezione Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta ;
  • Club Alpino Italiano, Sezione di Torino ;
  • Comitato Glaciologico Italiano ;
  • Comune di Balme ;
  • CNR Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima ;
  • Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica ;
  • Posto tappa GTA Les Montagnards ;
  • Rifugio Bartolomeo Gastaldi ;
  • Splenditaly ;
  • Università degli Studi di Bologna ;
  • Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Scienze della Terra .